India, dimissioni a sorpresa del numero uno della banca centrale

10 Dicembre 2018, di Alberto Battaglia

 

L’indice SENSEX è in calo del 2% a quota 34.959,72; a colpire il mercato indiano sono state le dimissioni inattese del numero uno della banca centrale del Paesem Urjit Patel, in aperto dissenso con l’impostazione indicata dal premier Narendra Modi. Ufficialmente le ragioni dell’addio sono “personali”, anche se dietro si staglia lo scenario di un sistema bancario il cui livello di Npl (bad-loan ratio) è fra i maggiori del mondo, se si considerano le principali economie.

Il governo avrebbe spinto per alleggerire le regole che a inizio anno hanno reso la vita più difficile alle banche, obbligate a dichiarare Npl anche quando il mutuatario è in ritardo coi pagamenti di un solo giorno, riferisce Bloomberg.