Immobili: arriva Quimmo, la piattaforma che raccoglie tutto ciò che serve per chi vende e compra

5 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Sul mercato immobiliare arriva Quimmo, una piattaforma digitale che raccoglie tutto ciò che serve per l’acquisto e la vendita di case, terreni, uffici e non solo, coprendo l’intera catena del valore, così da rispondere ai bisogni di venditori e compratori, sia privati che istituzionali. Il mercato delle vendite immobiliari è molto vasto, vale oltre 120 miliardi di euro all’anno, e in grande evoluzione per strumenti e servizi, anche se resta ancora poco digitalizzato. Quimmo nasce proprio per cercare di rispondere a questo bisogno, per cercare di rendere più efficaci ed efficienti i processi di compravendita e contribuire a portare anche in questo settore i vantaggi del digitale.

Come funziona
Quimmo si presenta come la piattaforma prop-tech per semplificare la vita di chi vende e compra immobili: case, uffici, immobili commerciali e industriali. Come? Raccoglie in un unico luogo tutto ciò che serve per vendere e comprare l’immobile ricomponendo la frammentazione della molteplicità di agenti immobiliari, portali e servizi.

E così in un’unica piattaforma sarà possibile avere la visibilità dei grandi portali, mettendo in piano l’immobile, ma anche sfruttare una serie di servizi di assistenza aggiuntivi, come, ad esempio, una rete di tecnici o una rete di notai convenzionati, così da aiutare gli utenti nella scelta di quelle figure professionali utili alla compravendita.

Oltre alla possibilità di svolgere autonomamente molte funzioni, la piattaforma offre l’assistenza di professionisti specializzati, su tutto il territorio nazionale, e permette di accedere a tutti gli immobili indipendentemente dal mercato di riferimento, anche quelli spesso considerati troppo “complicati”, come quello giudiziario.

Tutto integrato dall’inizio alla fine all’interno di un’unica interfaccia per accompagnare chi vende e chi acquista in tutto l’iter, qualunque sia la modalità di vendita prevista, dall’asta telematica alla trattativa privata, e in qualsiasi fase, dalla scelta dell’immobile fino all’acquisto.

“Con Quimmo abbiamo voluto creare una piattaforma e un modello unico sul mercato immobiliare che copre l’intera catena del valore e semplifica il processo di vendita e acquisto. – ha precisato Renato Ciccarelli, responsabile del progetto – Abbiamo democratizzato il settore real estate, mettendo in primo piano l’immobile e offrendo la più ampia varietà di modalità di vendita, dall’asta alla trattativa privata”.

Dietro Quimmo c’è illimity Bank
Il progetto è stato lanciato da illimity Bank, che già oggi è uno dei principali player attivi nell’intermediazione digitale di beni mobili e immobili.

“Quimmo è una iniziativa di grandi prospettive imprenditoriali e grandemente utile al settore dell’intermediazione immobiliare”, ha commentato Corrado Passera, CEO e fondatore di illimity, secondo il quale Quimmo accrescerà ulteriormente la componente tech del gruppo e contribuirà al raggiungimento degli obiettivi del piano strategico 2021-2025 (ricavi attesi di oltre 60 milioni entro il 2025).

Quimmo infatti punta nel 2022 a volumi in forte crescita, con 34 milioni di visite, 1,4 milioni di utenti registrati e più di 3.000 immobili transati. Già oggi si tratta di una delle attività rilevanti di illimity: solo nel 2021, ha generato 26 milioni di visite ai portali, 900 mila utenti registrati e oltre 2.000 immobili transati anche grazie alla presenza di 200 professionisti tra strutture centrali e territoriali.