Immigrazione: Italia punita da Ue per infrazione

11 Dicembre 2015, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – Messa in mora dell’Italia da parte della Commissione europea che ha così dato inizio alla procedura di infrazione  per carenze nella registrazione dei migranti giunti sul suolo italiano. Stesso destino anche per Grecia e Croazia.

Nella lettera inviata all’Unione Europea si chiede al nostro paese di attuare il regolamento Eurodac che prevede il rilevamento delle impronte digitali ai richiedenti asilo e la trasmissione dei dati al sistema centrale dell’Eurodac entro 72 ore. Già ad ottobre la Commissione Europea aveva avvertito l’Italia della carenza perpetrata ma in due mesi non è stato fatto nulla.

Commenta con un tweet il ministro dell’Interno, Angelino Alfano: “La procedura di infrazione Ue all’Italia sarebbe irragionevole e fuori dal tempo”.