Il vicepresidente della Fed Richard Clarida allontana l’ipotesi del taglio ai tassi

20 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

Per il vicepresidente della Federal Reserve, Richard Clarida, l’aspettativa dei mercati non è elevata in merito a un futuro taglio dei tassi d’interesse. E’ quanto affermato nel corso di un’intervista rilasciata alla Cnbc poco prima dell’apertura di Wall Street che è stata leggermente negativa. I contratti future indicano una riduzione dei tassi a giugno o a luglio e non oltre settembre, secondo vari indicatori.

“Il market pricing per un taglio dei tassi è un po’ ingannevole” ha detto Clarida, “non credo che gli investitori stiano scontando i prezzi di quel taglio ai tassi, anche se i prezzi di mercato potrebbero suggerirlo”.