IBL Banca, cresce l’utile netto: primo semestre chiuso a 33,6 milioni

6 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Il Gruppo IBL Banca, leader in Italia nel settore dei finanziamenti tramite cessione del quinto dello stipendio o della pensione, ha chiuso il primo semestre 2021 con un utile lordo consolidato in crescita a 48,2 milioni di euro e un utile netto di 33,6 milioni di euro, in forte aumento rispetto ai circa 11,6 milioni di fine giugno 2020.

Migliora la marginalità nel semestre con il margine di interesse che sfiora i 72 milioni di euro (+26%) mentre il margine di intermediazione si attesta a circa 107 milioni di euro (+64%). Al 30 giugno 2021 gli impieghi alla clientela sono risultati pari a 3,4 miliardi di euro di cui circa 3 miliardi relativi alla cessione del quinto (in crescita del +2%) e la raccolta da clientela ha raggiunto i 3,4 miliardi di euro di cui depositi per 2,1 miliardi di euro (+2%).

Il totale dell’attivo sfiora i 7 miliardi di euro. Il patrimonio netto di pertinenza del Gruppo è di 427,5 milioni di euro. Con riferimento agli indici di vigilanza prudenziale il CET 1 Ratio è pari al 15,98% e il Total Capital Ratio al 17,19%, entrambi i valori sono ampiamente in linea con i requisiti patrimoniali richiesti dalla BCE.