Hacker russi: dagli smartphone ai conti correnti. Nel mirino banche UE

25 Maggio 2017, di Alessandra Caparello

MOSCA (WSI) – Hanno rubato 50 milioni di rubli, circa 900mila euro dai conti correnti di due banche russe, Sberbank e Alfa bank e nel mirino avevano altri grandi gruppi bancari europei, come con Bnp Paribas, Credit Agricole e Societe Generale.

Ad effettuare il colpo una banda di hacker russi, chiamata Cron che infiltrati negli smartphone attraverso una fake app, facevano inviare sms alle banche con ordini di pagamento a proprio vantaggio.