Grexit: depositi bancari ai minimi dal 2001

1 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

I depositi bancari di imprese e famiglie negli istituti greci sono tornati al livello più basso mai sperimentato dal 2001: lo rivelano i dati della banca centrale della Grecia. A gennaio sono stati ritirati in tutto 1,534 miliardi di euro dai depositi bancari, a confronto con i livelli del mese precedente. E’ un segno di timore sulle trattative in corso fra il Paese e i creditori internazionali. L’accordo con la Troika sul terzo salvataggio, condizionato a nuove riforme economiche, dovrebbe essere raggiunto fra la fine di questo mese e l’inizio di aprile. In attesa c’è l’erogazione di altri 86 miliardi di euro di finanziamenti. Le riforme richieste alla Grecia riguardano la materia fiscale, del lavoro e del mercato dell’energia.