Goldman Sachs taglia stime su PIL USA

6 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Goldman Sachs taglia le stime di crescita per l’economia statunitense. Incorporando i possibili effetti della variante Omicron sulla crescita, la casa d’affari statunitense adesso indica il PIL degli Stati Uniti segnare +3,8% per il 2022 dal +4,2% indicato in precedenza Taglio delle stime dettato proprio dai rischi e l’incertezza sull’emergere della variante Omicron. “Mentre molte domande rimangono senza risposta, ora pensiamo che sia più probabile uno scenario al ribasso moderato in cui il virus si diffonde più rapidamente ma l’immunità contro le malattie gravi è solo leggermente indebolita”, afferma Joseph Briggs, economista di Goldman Sachs. La nuova variante potrebbe rallentare la riapertura economica, ma Goldman si aspetta “solo un modesto freno” sulla spesa per i servizi.