Goldman Sachs lancia le obbligazioni in dollari a tasso fisso trasformabile in tasso variabile

26 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

Goldman Sachs lancia un nuovo bond in dollari a tasso fisso trasformabile in tasso variabile, con durata 10 anni. L’obbligazione offre flussi cedolari annuali fissi pari al 4,65% lordo (3,441% netto) e il rimborso integrale del valore nominale a scadenza nella valuta di denominazione, in dollari, appunto.

Alla fine del secondo anno dalla sata di emissione è prevista la facoltà per la banca, “a sua assoluta discrezione”, di convertire i flussi cedolari annuali fissi per gli anni dal terzo fino a scadenza in flussi cedolari annuali variabili legati all’andamento del tasso di riferimento (USD Libor a 3 mesi). In tal caso, l’emittente corrisponderà dalla fine del terzo anno dalla data di emissione fino alla data di scadenza cedole annuali variabili, qualora abbiano valore positivo, pari allo USD Libor a 3 mesi maggiorato di uno 0,50%, con valore massimo  pari al 4,65% lordo (3,441% netto) e un valore minimo pari allo 0%.