Gestori ottimisti sull’S&P 500: raggiunto il picco del rapporto P/E (grafico)

26 Febbraio 2018, di Daniele Chicca

Come grafico della settimana Deutsche Bank Asset Management presenta il rapporto tra prezzo di Borsa e utili stimati. Il rapporto P/E finale di 15 all’inizio del 2008, a posteriori, si è rivelato troppo elevato, secondo gli analisti. “Dopo tutto, i profitti hanno iniziato a crollare solo verso la fine di quell’anno. Per contro, il rapporto P/E di 15 nel 2010 si è rivelato un vero affare, poiché si basava su utili depressi nei 12 mesi precedenti. Quindi, ci sono state ampie possibilità di guadagno sotto la spinta dell’aumento degli utili; fino al 2014, il rapporto P/E è rimasto abbastanza stabile. Da allora, gran parte dei successivi guadagni nell’S&P 500 è dovuto all’espansione dei multipli”.

“La rottura alla fine dell’anno è stata determinata dai tagli delle imposte sulle imprese negli Stati Uniti”, si legge in un report. “Gli investitori hanno prezzato i probabili guadagni sugli utili, anche se è possibile che questi inizino a concretizzarsi nel 2018. Indipendentemente da questo, presumiamo che lo S&P 500 possa già aver superato il picco massimo di P/E nell’attuale ciclo economico. Continuiamo a prevedere una crescita degli utili nel 2018 e ad avere una view costruttiva sulle azioni statunitensi. Tuttavia, preferiamo l’Europa e i mercati emergenti“.