Gestore: se tassi Usa superano il 3% per obbligazionario sono guai

14 Dicembre 2016, di Daniele Chicca

Jeff Gundlach, il noto gestore di DoubLine Capital, ha paura che se i rendimenti dei Treasuries Usa – che hanno iniziato a correre da quando è stato eletto alla presidenza Donald Trump – superano la soglia del 3%, il mercato obbligazionario finirà nei guai, perché “incominceranno a vedersi conseguenze reali nella liquidità di mercato, in particolare nei bond societari e in quelli spazzatura“, ossia con rating junk.

L’allarme di Gundlach arriva in un momento in cui i tassi dei titoli di Stato decennali americani hanno sfiorato il 2,5%. Se viene violata al rialzo quota 3%, “il mercato verrà punito” e potrà essere sancita definitivamente “la fine della fase rialzista”. Inoltre, un rendimento sopra il 3% inizierebbe a mettere in dubbio alcuni aspetti del mercato azionario e dell’immobiliare.