Germania: euro e Dax rimbalzano, per SocGen “governo forte è sopravvalutato”

20 Novembre 2017, di Daniele Chicca

Dopo che si è aperto lo spettro di un’instabilità politica in Germania, la prima economia d’Europa, i mercati hanno accusato momentaneamente il colpo, ma l’euro e l’indice Dax della Borsa di Francoforte stanno risalendo la china a fine mattinata.

Kit Juckes, analista sul Forex per Société Générale, scrive che forse quello che ci stanno dicendo i mercati – che dopo una reazione negativa ora ignorano di fatto l’incertezza politica nella quarta potenza economica mondiale – è che un governo di minoranza guidato da Merkel o nuovi colloqui per formare un’altra coalizione, differente da quella “Giamaica” appena saltata (che sarebbe stata formata dall’alleanza di Conservatori, Liberali e Verdi) non sono scenari così negativi.

L’importante, scrive Juckes, “è che l’economia sia in salute“. L’importanza di un governo forte invece, alla fine, forse è “sopravvalutata”. Dal punto di vista dei grafici, il range di 1,1480-1,1880 sul cross euro dollaro tiene e anzi siamo sulla parte alta di questa forchetta di prezzo: con la giusta convergenza di fattori positivi, una rottura al rialzo è possibile.