Gentiloni: l’Italia non rischia procedura d’infrazione

2 Febbraio 2017, di Alberto Battaglia

Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni ha rassicurato che l’Italia, la cui manovra economica è stata oggetto di note critiche da parte dell’Ue, non rischia di incorrere nella procedura d’infrazione per disavanzo eccessivo.

“Non descriverei questa questione delle procedure di deficit eccessivo come commissariamento, non per sottovalutarne le implicazioni”, ha detto il premier al termine della riunione di governo a Palazzo Chigi. “Non siamo in quella procedura: l’Italia ha deciso da sempre di rispettare le regole e di non entrare nella procedura di deficit eccessivo nel quale sono un grandissimo numero di Paesi Ue. L’Italia non fa parte di questo gruppo”.