Generali, utile netto da record: +21,6%, livello pre-crisi

18 Marzo 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Chiude il 2015 con un utile di 2 miliardi, in crescita del 21,6% rispetto al 2014, il gruppo Generali che propone ai soci un dividendo in crescita del 20% a 0,72 euro.

Cresce dal 13,2% del 2014 al 14% il roe operativo e di 16 punti al 202% l’economic solvency, la solidità calcolata con i principi di solvency 2.

“Il bilancio Generali 2015 e il dividendo in crescita del 20% è il modo migliore per iniziare la nuova fase che si apre con la decisione del board di nominare il nuovo group ceo Philippe Donnet”.

Così ha sottolineato il presidente Generali Gabriele Galateri che ha confermato anche la nomina, contestuale a quella di Donnet, del cfo Alberto Minali come direttore generale.

“Si tratta di un riconoscimento importante delle risorse interne di Generali, confermato dalla contestuale nomina. Si tratta di manager di vasta esperienza a livello internazionale, con profonda conoscenza del settore, stimati dai mercati e che dimostrano come il Gruppo Generali sia capace di valorizzare i propri talenti. I risultati positivi del bilancio 2015 dimostrano la qualità del piano di turnaround concluso dalla compagnia negli ultimi anni e della strategia avviata l’anno scorso”.