G20, Germania e “molti altri paesi” contrari a nuovi stimoli

26 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

Il ministro tedesco delle Finanze ha espresso la sua contrarietà all’eventualità che le banche centrali adottino maggiori misure di stimolo monetario in Cina, Usa ed Eurozona e ha annunciato che molti dei leader del G20 sono d’accordo: non c’è margine per nuove manovre straordinarie accomodanti da parte delle banche centrali.

Al vertice del G20 di Shanghai Wolfgang Schaeuble ha richiamato l’attenzione sui rischi causati da una crescita finanziata mediante il debito. “La maggior parte dei presenti sostiene che lo spazio per nuove misure di stimolo monetario sia diventato molto limitato”, ha detto Schaeuble ai margini dell’incontro tenuto con banchieri centrali e altri omologhi ministri delle Finanze del mondo.