Ftse Mib sfonda i 28mila punti, massimi dal 2008 con banche e Stellantis su di giri

4 Gennaio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari corre anche oggi. In attesa dell’avvio di Wall Street (futures intonati al rialzo), l’indice Ftse Mib ha accelerato ulteriormente al rialzo portandosi sopra i 28 mila punti per la prima volta da settembre 2008. L’indice guida milanese segna +1,16% a 28.051 punti. Mentre la variante Omicron continua a imperversare – con il record di oltre un milione di casi in un giorno negli Stati Uniti – tra gli investitori prevale l’ottimismo nella convinzione che il boom di contagi possa impattare solo temporaneamente sulla ripresa globale.

Oggi si segnala il balzo di Iveco (+7,4%) dopo le forti perdite di ieri al debutto in Borsa dopo lo scorporo da CNH. Il titolo del produttore di camion e autobus trova sponda nell’avvio di copertura con ‘buy’ da parte di Goldman Sachs, con target price a 12 euro.

Tra le big di Piazza Affari si segnala Leonardo (+1,38%) che ha finalizzato l’acquisizione del 25,1% della tedesca Hensoldt, società leader in Germania nel campo dei sensori per applicazioni in ambito difesa e sicurezza, al prezzo di 606 milioni di euro.

Tonica anche Stellantis (+1,85% a 17,85 euro) che a dicembre ha evidenziato un tonfo del 34,8% delle immatricolazioni in Italia, rispetto al -27,5% medio del mercato. Fiat si conferma il primo marchio in Italia per quota di mercato con il 15,58%.

Tra le banche nuovo balzo di Unicredit (+4,3% a 14,35 euro) che tocca i massimi da febbraio 2020 arrivando a segnare oltre +35% rispetto ai livelli di chiusura del 26 novembre scorso. Oltre +2% oggi per Intesa Sanpaolo e Banco BPM.

Molto bene oggi anche Moncler (+2,2%) ed ENI (+1,82% a 12,63 euro).