Ftse Mib e Dax 30 tentano un recupero. Segnali di debolezza per il Nasdaq 100

6 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Ftse MibDopo il tonfo con gap ribassista del 26 di novembre, l’indice è sceso verso i 25.520 punti prima di tentare un difficile recupero. Una prima dimostrazione di forza arriverà soltanto con un ritorno dei prezzi sopra la speed line costruita dai minimi di marzo 2020 e confermata settembre di quest’anno, oltre che con un ritorno sopra i 26.450 punti.

Dax 30. L’indice tedesco ha subito una rapida flessione che si è arrestata a ridosso della soglia psicologica dei 15.000 punti, ultimo supporto in grado di impedire un ritorno verso i minimi di inizio ottobre a quota 14.800 punti. Al rialzo solo il raggiungimento di 15.700 punti e la chiusura del gap formatosi il 26 novembre, potrà cambiare la tendenza ora ribassista dell’indice.

Nasdaq 100. Dopo il massimo storico del 22 novembre a 16.650 punti, l’indice americano ha iniziato una fase di debolezza che lo ha condotto fino all’attuale supporto statico di 15.700 punti, livello che coincide anche con la media mobile a 50 periodi.