Francia, nuovo presidente Front National indagato per incitamento all’odio

28 Aprile 2017, di Daniele Chicca

Sono passate poche ore dalla sua nomina a presidente ad interim del Front National e Steeve Briois, sindaco di Henin-Beaumont, è già finito sotto inchiesta con l’accusa di incitamento all’odio. La notizia non dovrebbe comunque avere un grande impatto sul secondo turno delle elezioni presidenziali del 7 maggio.

Briois aveva preso il posto di Jean-Francois Jalkh, che ha rinunciato nella mattinata alla presidenza del Front National per le polemiche apertesi su alcune sue presunte frasi negazioniste. Su Briois e su David Rachline, direttore della campagna di Marine Le Pen, è stata aperta oggi un’indagine per incitamento all’odio.