Francia, il premier Philippe presenta la riforma delle pensioni

11 Dicembre 2019, di Alberto Battaglia

“Progressivamente, senza brutalità, e nel rispetto dei percorsi individuali” di carriera, ma la riforma delle pensioni francese va avanti e compie il suo primo passo ufficiale: il premier Edouard Philippe, infatti, ha presentato il progetto, che ha scatenato furiose rivolte nelle strade del Paese, al Consiglio economico e sociale.

“Un sistema universale comporta la soppressione dei 42 regimi esistenti, tra cui i regimi speciali”, ha chiarito Philippe, “so che numerosi dipendenti della SNCF e della RATP contestano questa ambizione. Ma è al centro del progetto presidenziale, approvato al momento del voto del 2017”.

L’età iniziale per il pensionamento non cambierà, resterà a 62 anni, ma verranno introdotti incentivi e penalizzazioni per spingere i francesi a lavorare più a lungo. Nonostante le proteste dei sindacati, il premier si è detto “totalmente determinato” ad andare avanti nella riforma.