Francia: Hollande mobilita 10.000 riservisti. Attentato Nizza, dubbi su ruolo Isis

21 Luglio 2016, di Alessandra Caparello

NIZZA (WSI) – Diecimila unità del personale di riserva per aumentare la sicurezza del Paese. Questo l’annuncio che ha fatto il presidente francese François Hollande in un discorso al National Gendarmerie Training Center.

“Ho dato l’ordine di mobilitare la riserva operativa di secondo livello, costituita da ex militari e agenti di polizia”.

Intanto dall’Europol arriva una nuova spiegazione sui recenti attentati di Nizza. Secondo l’Agenzia di polizia europea, dietro ai recenti attentati a Nizza, Magnaville, Orlando (Usa) e Wurzuburg (Germania), “non c’è l’Isis, ma ‘lupi solitari’ malati di mente

 “Non c’è alcuna evidenza che possa suggerire che il responsabile degli attacchi di Nizza sia un membro dello Stato Islamico. Nonostante Is abbia rivendicato la responsabilità dietro gli ultimi quattro attacchi di Orlando (Stati Uniti), Magnaville (Francia), Nizza (Francia) e Wurzuburg (Germania), nessuno di questi quattro attacchi sembra essere stato pianificato, organizzato logisticamente o compiuto direttamente da Is, secondo le informazioni a disposizione. Nonostante un numero di attori solitari spieghino i loro atti con la religione o l’ideologia, il ruolo delle potenziali malattie mentali non dovrebbe essere sottovalutato”.