Francia, fondi neri in campagna elettorale: Sarkozy sarà processato

7 Febbraio 2017, di Daniele Chicca

Stavolta l’ex presidente francese Nicolas Sarkozy è davvero nei guai. Il politico è stato rinviato a giudizio per i presunti fondi neri raccolti durante la campagna elettorale del 2012. Secondo i giudici Sarkozy, che si è presentato alle recenti primarie del centro destra, perdendo al primo turno, aveva creato una società a cui venivano intestate fatture false. Con questo escamotage sarebbe riuscito a superare la soglia delle spese elettorali prevista per legge.

A essere rinviati a giudizio per finanziamento illecito oltre a Sarkozy sono anche 13 coimputati nell’inchiesta ‘Bygmalion’, che prende il nome dalla società alla quale venivano intestate le presunte fatture false. L’ex presidente di Francia dal 2007 al 2012 avrebbe, in questo modo, potuto oltrepassare senza restrizioni il tetto consentito di spese elettorali, che era di 22,5 milioni di euro.