Francia conferma: ridurremo quota in Renault al 15%

10 Novembre 2015, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Emmanuel Macron, ministro dell’Economia in Francia, ha ribadito che lo stato francese intende abbassare la sua partecipazione in Renault al 15% e ha anche insistito che il governo è contrario a qualsiasi cambiamento significativo nell’alleanza con Nissan Motor.

Lo Stato intende vendere la quota aggiuntiva del 5% che ha acquistato all’inizio di quest’anno il prima possibile. La condizione è che il prezzo dell’azione dovrà essere tale da garantire che i contribuenti non perdano soldi con l’operazione.

L’acquisto della partecipazione ha causato tensioni nei cda di entrambi i colossi dell’auto. La Francia ha cercato con l’ulteriore quota di assicurarsi, in base a una nuova legge approvata quest’anno, di raddoppiare i diritti di voto in mano allo Stato e di altri investitori di lungo termine. La decisione, ha precisato Macron, è stata presa

per prevenire che venissero adottate misure strutturali senza il consenso del governo.