Forex: tonfo sterlina. Vendite anche su euro, cede -1% sul dollaro

22 Febbraio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Forti movimenti sul mercato valutario, scosso dai timori Brexit.
Fuga degli investitori dalla sterlina, che è scesa fino anche sotto la soglia di $1,406, testando il minimo in sette anni contro la valuta Usa, ovvero dal 2009. La flessione è la peggiore dalle elezioni generali del Regno Unito del 6 maggio del 2010, causa le dichiarazioni del sindaco di Londra Boris Johnson.

Johnson ha reso noto che, in occasione del referendum di giugno, spingerà per lo scenario Brexit, a dispetto dell’accordo che il premier David Cameron ha raggiunto nel fine settimana con l’Unione europea.

La sterlina riduce poi le perdite sul dollaro e cede alle 17.35 ora italiana -1,92% a $1,4130.

Contro l’euro, la sterlina ha perso attorno -1%, con il rapporto di cambio GBP/EUR +0,94% a GBP 0,78.

L’euro è invece in forte perdita nei confronti del dollaro, e arretra -0,96% a $1,1023. Riguardo agli altri rapporti di cambio, euro/yen -0,60% a JPY 124,56. Euro/franco svizzero piatto a CHF 1,1011.