Forex: indiscrezioni bazooka energetico e difesa Ue sostengono euro. Solido su dollaro, franco, sterlina e yen

8 Marzo 2022, di Redazione Wall Street Italia

L’euro torna sotto quota $1,09, dopo averla riagguantata a seguito delle indiscrezioni riportate da Bloomberg, secondo cui l’Ue sarebbe prossima a presentare un piano per l’emissione congiunta di bond su larga scala, per finanziare le spese di energia e difesa, in risposta alla minaccia russa di chiudere i rubinetti di petrolio e gas e a fronte della guerra tra la Russia e l’Ucraina.

I rumor hanno scatenato i buy sulla moneta unica, tartassata dai sell nelle ultime sedute a causa dell’esposizione dell’Europa nei confronti della Russia, e soprattutto per la sua dipendenza dal gas russo.

Anche se sotto la soglia di $1,09, l’euro rimane in solido rialzo, in crescita dello 0,31% nei confronti del dollaro a $1,0888, avanzando anche nei confronti della sterlina, con il rapporto EUR-GBP +0,15% a GBP 0,8296, sul franco svizzero (+0,54% a CHF 1,01) e sullo yen (+0,57% a JPY 125,87). Anche il dollaro avanza sullo yen, con un rialzo dello 0,24% a JPY 115,60.