Forex, dollaro: target dopo la vittoria dei progressisti in Canada

30 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

Gli analisti di State Street vedono un range dell’1,30-1,35 dollari canadese per ogni dollaro Usa nel medio termine. In settimana il target è di 1,32. È la reazione ai risultati elettorali a sorpresa che hanno dato la vittoria a Justin Trudeau, leader dei Liberal (il partito di centro sinistra).

“Non tanto tempo fa le due divise erano sulla parità”, sottolinea Bart Wakabayashi, numero uno degli strategist del valutario di State Street Global Markets. Alla fine più che dal risultato elettorale, tuttavia, se si guarda ai dati statistici e ai grafici, si capisce che “tutto dipende dalle materie prime e dal petrolio, è un legame che continuerà a dominare la tendenza dei tassi di cambio tra biglietto verde e dollaro canadese”.

Il nuovo premier Trudeau potrà contare su una ampia maggioranza e la sua vittoria coinciderà probabilmente con migliori rapporti con l’amministrazione Usa guidata ancora per almeno un anno e due mesi dal leader dei Democratici Barack Obama.