Forex, cross euro dollaro ai massimi di due settimane

6 Luglio 2018, di Daniele Chicca

L’ultima volta che l’euro aveva toccato valori così alti nei confronti del dollaro Usa era il 14 giugno, il giorno in cui la Bce ha cambiato impostazione annunciando un rialzo dei tassi nell’estate del 2019. Da allora il livello di ritracciamento a quota $1,1720 ha rappresentato un livello chiave che non è stato violato al rialzo. Il dollaro è particolarmente debole in giornata vista l’insolito appetito per il rischio malgrado i timori legati a una guerra commericale.

Un tentativo di sfondare quella barriera c’è stato oggi, anche se i ribassisti alla fine hanno avuto la meglio, per lo meno sul breve termine. I prezzi sono tornati in area 1,1750 e le prossime resistenza che sono indicate dagli analisti in area $1,1771 e $1,18. Sul fronte dei ribassi, il primo supporto importante è identificato a 1,1680 con la media mobile a 100 e 200 ore che si attesta nella forchetta di prezzo $1,1640-1,1660.