Flixbus riapre le tratte: servite 280 destinazioni italiane su 500

21 Luglio 2020, di Alberto Battaglia

Flixbus, il servizio di trasporto autobus di lunga percorrenza, ha riattivato buona parte delle tratte italiane. Il numero delle città nuovamente raggiungibili con FlixBus arriva a circa 280 (prima della pandemia erano oltre 500).

“Mentre altrove si espande la rete dei collegamenti, in Italia dobbiamo operare a ranghi ridotti perché il nostro settore è stato abbandonato. Ad oggi, abbiamo ripreso servizio in tutte le regioni in cui eravamo attivi per garantire una copertura del territorio quanto più possibile omogenea, ma a queste condizioni non possiamo certo tornare alla capillarità di prima, né a operare con le stesse frequenze. Ci chiediamo se esista nel nostro Paese una strategia per attrarre investimenti nel settore dei trasporti”, ha affermato Andrea Incondi, Managing Director di FlixBus Italia.

 

Oltre alle destinazioni più gettonate, come Liguria, Riviera Romagnola e Puglia – aree, queste, che beneficeranno di speciali collegamenti estivi verso località di forte richiamo come Sanremo, Alassio, Noli e Varigotti nel Ponente Ligure, Milano Marittima, Cesenatico, Rimini, Riccione e Cattolica in Romagna e Otranto, Porto Cesareo, Santa Maria di Leuca e Gallipoli nel Salento – FlixBus consentirà ai bagnanti italiani di raggiungere con facilità anche numerosi centri balneari in Toscana (Viareggio), nelle Marche (come Porto Recanati e Civitanova Marche), in Abruzzo (come Alba Adriatica, Vasto e San Salvo), in Campania (Sorrento e Agropoli), in Molise (Termoli), in Basilicata (Policoro), in Calabria (come Sibari e Cirò Marina) e in Sicilia (Taormina).