15:21 giovedì 23 Marzo 2017

Fitch, effetti sul rating dell’aiuto dello stato solo se aumenterà il debito

L’impatto che il piano di sicurezza messo a punto dal governo avrà sul rating sovrano dell’Italia dipenderà dall’impatto che avrà sulle casse pubbliche: lo ha scritto Fitch in un report che esamina anche le richieste di ricapitalizzazione precauzionale presentate da Popolare Vicenza e Veneto Banca. Le banche più grandi e solide dovrebbero reperire le risorse necessarie senza l’aiuto dello stato, tramite la realizzazione di utili in grado di compensare le perdite sugli Npl o raccgliendo capitali dall’esterno. Il maggiore fattore di rischio per eventuali downgrade è, secondo Fitch, ancora l’elevato debito pubblico. Attualmente l’Italia è valiutata BBB+ con outlook negativo.

Breaking news

12/07 · 17:43
Piazza Affari chiude a +0,8% al termine di una settimana positiva

Piazza Affari chiude in rialzo dello 0,8%. Focus sui prezzi alla produzione Usa e le trimestrali delle banche americane

12/07 · 17:28
Lufthansa scivola a Francoforte dopo la revisione al ribasso delle previsioni sugli utili per il 2024

Lufthansa ha rivisto al ribasso le previsioni sugli utili per il 2024, prevedendo un utile operativo rettificato inferiore alle aspettative iniziali. La compagnia aerea tedesca ha anche annunciato l’avvio di un programma di turnaround completo per affrontare le sfide attuali.

12/07 · 16:23
Inflazione stabile in Italia per il 2025-2026: le previsioni di Bankitalia

Bankitalia prevede che l’inflazione al consumo si manterrà su livelli contenuti, con un tasso dell’1,1% quest’anno e poco più dell’1,5% nel biennio 2025-26. La disinflazione è più lenta nei servizi, specialmente nel turismo.

12/07 · 16:17
Wall Street apre in rialzo: Dow Jones a +0,32%, S&P 500 guadagna lo 0,14%

Wall Street apre in lieve rialzo, sostenuta dai risultati delle trimestrali bancarie e dai dati sui prezzi alla produzione. L’inflazione mostra segnali contrastanti, alimentando l’ottimismo su un possibile taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve.

Leggi tutti