Finita la calma in Borsa, Trump: dialogo con Corea del Nord non serve più a nulla

30 Agosto 2017, di Daniele Chicca

A rovinare l’andamento positivo delle Borse nel pomeriggio italiano è bastato un tweet di Donald Trump che ha risvegliato i mercati dal torpore, innervosendoli. Oggi le turbolenze di inizio settimana, dovute in particolare alle tensioni geopolitiche in Corea del Nord, sembravano essere ormai passate in secondo piano nelle sale operative, ma poi il presidente degli Stati Uniti ha scritto che il suo paese dovrebbe smettere di dialogare.

“Gli Usa stanno parlando con la Corea del Nord e da 25 anni stanno pagando denaro estorto. Il dialogo non è più la risposta!“. Le dichiarazioni del commander in chief Trump hanno spinto in ribasso i principali listini azionari della Borsa americana, che fino alle 15 sembravano impostati – almeno a giudicare dall’andamento dei future Usa – per un’estensione dei guadagni della vigilia.