Ferrari, le ragioni alla base del successo dell’Ipo a Wall Street

30 Ottobre 2015, di Redazione Wall Street Italia

Il debutto di Ferrari a Wall Street è stato più che positivo. Il titolo, dopo essere schizzato in avvio di contrattazioni del 16%, ha chiuso la seduta con un aumento del 5% a 55 dollari sopra i 52 dollari del prezzo di collocamento. Quali le ragioni di tanto successo. Secondo Pietro Boggi di Frost & Sullivan “le implicazioni finanziarie di questo IPO sono abbastanza chiare, con gli investitori che hanno premiato il gruppo per via degli alti multipli. Il marchio Ferrari è percepito come brand in competizione nel settore del lusso, piuttosto che nel molto meno redditizio comparto automobilistico. Il margine operativo della Ferrari è infatti circa il 14 per cento, con un obiettivo del 15 per cento entro la fine del 2015, leggermente al di sotto del 16 per cento di Prada e in linea con i concorrenti come Lamborghini e Porsche – tutti in competizione con Ferrari nella nicchia altamente redditizia delle auto di lusso”.