FCA, rumor di flash crash in avvio. Tonfo tuttora non trova spiegazione

24 Febbraio 2017, di Daniele Chicca

I titoli della casa automobilistica FCA continuano a perdere terreno alla Borsa di Milano, accusando un calo del -3,44% a 10,12 euro, dopo il tonfo in avvio di contrattazioni con calo teorico di piu’ di 5 punti percentuali. Le azioni sono state sospese nei primi scambi per eccesso di volatilità: secondo quanto riferito da un operatore a Piazza Affari si deve essere per forza trattato di un errore “umano” nell’immissione di un ordine su un pacchetto in vendita di titoli FCA.

Il mercato italiano (Ftse MIB cede l’1,17% al momento in una seduta negativa per tutte le Borse mondiali) oggi cede terreno in un contesto di ipercomprato. Tutto il settore auto è in calo in Europa con l’indice EuroStoxx Automobiles & Parts che fa -2,2%. La lettera si abbatte anche sui titoli Piaggio, Brembo e Sogefi. Ieri il MSCI dell’azionario globale aveva toccato i massimi di 23 anni. Il Dow Jones cede circa 100 punti, interrompendo una lunga striscia positiva.