FCA: effetto COVID-19 sulla trimestrale. Perdita netta di 1,7 miliardi di euro

5 Maggio 2020, di Alessandra Caparello

FCA chiude il primo trimestre con risultati che riflettono gli impatti del COVID-19 con una perdita netta di 1,7 miliardi di euro e perdita netta adjusted di 0,5 miliardi di euro.

Nel dettaglio le consegne globali complessive sono pari a 818.000 unità, in calo del 21% per la sospensione temporanea della produzione in tutte le Region e la caduta della domanda a livello globale, mentre l’EBIT adjusted a 0,1 miliardi di euro. Il Free cash flow industriale è negativo per 5,1 miliardi di euro, con un impatto negativo del capitale di funzionamento pari a 3,5 miliardi di euro in parte dovuto alla stagionalità negativa, accentuata dagli effetti del COVID-19.

Il Gruppo, si legge in una nota, è pronto a riprendere la produzione quando le condizioni lo consentono, con misure intraprese a protezione dei dipendenti ed a sostegno delle comunità in cui opera, gestendo al
contempo la liquidità e la solidità finanziaria. Come ha affermato il CEO Mike Manley:

In queste avversità senza precedenti FCA ha sempre dato priorità alla salute e alla sicurezza delle proprie persone e comunità. La pandemia ha avuto e continua ad avere un impatto significativo sulle nostre attività. Ho piena fiducia che, grazie all’esperienza dei nostri leader e alla dedizione dei nostri dipendenti, saremo in grado di attraversare questa crisi emergendone ben posizionati per crescere e prosperare.”