Euro appesantito da critiche Ue all’Italia: violazione regole “senza precedenti”

19 Ottobre 2018, di Daniele Chicca

I rendimenti dei Btp salgono e l’euro scende: è questo il risultato della lettera inviata dalla Commissione europea per rispondere al piano di bilancio dell’Italia per il 2019. Secondo Bruxelles, la violazione delle regole Ue “senza precedenti” rappresenta un fatto “molto grave”.

Questo ha alimentato i timori di un braccio di ferro infinito tra le due parti e di un declassamento del rating da parte delle agenzie americane. Il governo non sembra intenzionato a fare passi indietro e vuole proseguire dritto per la sua strada. Sull’euro (e sui Btp) rischia di abbattersi una tempesta perfetta.

Dal punto di vista tecnico gli analisti segnalano i livelli delle medie mobili a 100 e 200 giorni come punti di ingresso chiave a breve termine in caso di ripiegamento.