ETF, Amundi: ottobre positivo anche se in rallentamento

13 Novembre 2019, di Mariangela Tessa

Restano positivi seppure in rallentamento rispetto al mese precedente i flussi ETF mensili di ottobre, che si sono attestati a 47 miliardi di euro a livello globale. È quanto si legge in nota diffusa oggi da Amundi, da cui emerge che gli ETF azionari hanno registrato oltre 24,6 miliardi di euro di net new asset a livello globale.

Sulla scia del mese scorso, questi afflussi sono stati trainati dalle azioni nord-americane con 8,6 miliardi di euro e dalle esposizioni mondo con 5,3 miliardi di euro.Le azioni giapponesi sono tornate in territorio positivo con 3 miliardi di euro, mentre le azioni emergenti hanno continuato a subire deflussi per 597 milioni di euro.

Anche le esposizioni smart beta e settoriali hanno registrato flussi positivi, con oltre 4 miliardi di euro, così come le esposizioni europee che hanno catturato 2,3 miliardi di euro.

Sul fronte del reddito fisso, la raccolta positiva ha mantenuto il proprio ritmo con 20,7 miliardi di euro di net new asset. All’interno questa asset class, le obbligazioni governative sono state le più apprezzate dagli investitori, raccogliendo oltre 7,6 miliardi di euro, seguite dalle obbligazioni Aggregate che hanno registrato afflussi per 6,3 miliardi di euro.

A livello europeo, nel mese di ottobre, i flussi netti complessivi si sono attestati a 10,3 miliardi ci cui 7 miliardi su azioni e + 3 miliardi sulle obbligazioni