Estate 2021: gli italiani prediligono l’Italia, tra le soluzioni preferite auto e appartamenti  

16 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

 

L’estate 2021 degli italiani vede più Italia e soluzioni di trasporto e alloggio private. Un trend messo in evidenza da Revolut, app finanziaria globale con 16 milioni di clienti in tutto il mondo, che ha analizzato le abitudini di acquisto delle famiglie italiane nei mesi di giugno, luglio e agosto (dati aggiornati a ieri) sulla base dei dati interni degli oltre 650.000 clienti Revolut italiani. Sale la quota di denaro spesa all’estero rispetto allo scorso anno, ma non ha ancora raggiunto i livelli pre-pandemia. Infatti, solo il 26% della spesa è avvenuta oltre i confini nazionali, leggermente in crescita rispetto al 2021 quando era il 20% del totale, ma ancora lontana dai livelli del 2019, quando la metà della spesa avveniva fuori dai confini nazionali. Secondo i dati raccolti da Revolut, anche l’importo totale speso con carta, in media, dalla singola persona all’estero ha visto una progressiva diminuzione nelle ultime estati. Gli italiani hanno speso 475 euro nel 2019, 396 euro nel 2020 e solo 362 euro nel 2021. Al contrario, la spesa presso gli esercenti italiani è passata da 359 euro del 2019 a 428 euro nel 2020 e 468 euro nel 2021.

Le destinazioni di vacanza più popolari

Rispetto alla scorsa estate, grazie all’allentamento delle restrizioni e al numero crescente di persone vaccinate, gli italiani hanno ricominciato a frequentare le tradizionali destinazioni estive. Sebbene la maggior parte degli utenti Revolut italiani sia rimasta nel Paese, la meta straniera preferita per le vacanze all’estero nel 2021 torna a essere la Spagna, già favorita nel 2019 (dopo gli Stati Uniti), che lo scorso anno era stata invece stata superata da Regno Unito e Francia.

Balzo della spesa per noleggio auto e appartamenti

E in questa estate, gli italiani mostrano però ancora una certa attenzione al distanziamento sociale e, seguendo il trend iniziato già nel 2020, nel 2021 la spesa per quelle soluzioni volte ad evitare o ridurre contatti con altre persone si mantiene agli stessi livelli dello scorso anno. Ad esempio, la spesa per i servizi di autonoleggio è aumentata del 22% rispetto al 2019, a 181 euro a persona, mentre la spesa per gli appartamenti è aumentata del 34% rispetto al 2019, a 425 euro a persona. L’aumento della spesa per gli hotel, invece, è aumentato solo del 2%, con 256 euro a persona spesi nell’estate 2021.

In un contesto ancora improntato alla cautela, resta ancora bassa la percentuale di persone che sceglie di viaggiare in aereo e treno, rispetto al 2019. In effetti, la spesa per i voli in questi mesi estivi si attesta allo stesso livello del 2020: 183 euro a persona e il 29% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Guardando ai treni, il calo è leggermente più contenuto ma comunque considerevole, con una spesa di 61 euro a persona e il 21% inferiore rispetto al 2019.