Esponente Fed: rialzo tassi deve diventare “sistematico”

18 Novembre 2016, di Daniele Chicca

Esther George, la presidente della Fed di Kansas City, ha sottolineato che il rialzo dei tassi da parte della banca centrale americana “deve diventare sistematico“, dal momento che le aspettative sull’inflazione a cinque anni (contratti swap forward) tendono verso l’alto, anche se rimangono ancora su livelli abbastanza contenuti (2,48%). Dopo le parole pronunciate al Congresso ieri da Janet Yellen, presidente della Federal Reserve, una stretta monetaria a dicembre viene data per scontata dai mercati. Nel 2016 George è una esponente con diritto di voto del comitato di politica monetaria della banca centrale.

L’elezione contro pronostico di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti ha mandato in confusione il mercato dei bond, in particolare in Usa anche se non unicamente in tale regione. Secondo un’analista tecnica, Louise Yamada, la storia degli ultimi 200 anni insegna che i tassi dei titoli di stato americani non possono che salire dai livelli attuali. La media degli ultimi 200 anni è di oltre il 5,18%.

Usa: l'andamento delle aspettative dell'inflazione a cinque anni