Esi: contratto per realizzazione in Italia di due sottostazioni di alta tensione

15 Settembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Esi, società italiana attiva nel mercato delle energie rinnovabili che opera come EPC (Engineering, Procurement and Construction) e System Integrator in Italia ed all’estero, ha sottoscritto, in Ati (Associazione Temporanea di Imprese) con mandataria Ste Energy (società italiana attiva a livello internazionale nella progettazione e fornitura di sottostazioni di alta tensione), un contratto per la costruzione in Italia di due sottostazioni di alta tensione per la connessione di impianti “battery storage” del valore complessivo di 4 milioni di euro di cui 1,3 milioni di competenza di Esi.

La realizzazione in formula EPC (chiavi in mano) gestita dall’ATI prevede la progettazione, realizzazione e fornitura di due sottostazioni step-up da 132kV con singolo stallo, per una potenza complessiva di 50 MVA per la connessione di impianti storage di un primario operatore internazionale.
La commessa, si legge nella nota, verrà realizzata dalla Business Unit Epc di Esi che prevede il project management, la costruzione civile e le installazioni elettromeccaniche per complessivi 1,3 milioni.