Eni punta a scorporo Gas and Power, esplorazione resta “fattore chiave”

1 Marzo 2017, di Laura Naka Antonelli

Eni intende apportare cambiamenti all’assetto societario di Gas and Power, trasformandola in una società indipendente attraverso una operazione di scorporo. E’ quanto risulta dall’aggiornamento del Piano che i vertici della società stanno presentando a Londra alla comunità finanziaria.

E’ lo stesso piano ad auspicare una “trasformazione del settore retail in una consociata”.

Eni ha reso noto anche di stimare una produzione di idrocarburi in rialzo +3% all’anno nel periodo a cui si riferisce il piano, ovvero negli anni 2017-2020.

La crescita della produzione avverrà principalmente attraverso il progressivo incremento e l’avvio di nuovi progetti e l’ottimizzazione della produzione, che porteranno un contributo totale di 850 mila barili di olio equivalente al giorno nel 2020.

L’esplorazione resta “un fattore chiave” per la crescita e il Piano prevede scoperte per 2-3 miliardi di barili di olio equivalente, il doppio delle scoperte del piano precedente, grazie alle perforazione di circa 120 pozzi in oltre 20 paesi.

Il break even medio dei nuovi progetti è di circa 30 dollari al barile.