Eni, il Tesoro smentisce: nessuna cessione della quota pubblica

20 Marzo 2017, di Alberto Battaglia

L’esecutivo non ha in mente di includere le proprie quote Eni nel piano di privatizzazione: una fonte del Tesoro raggiunta da Reuters ha smentito le indiscrezioni di stampa pubblicate oggi dal Messaggero. La compagnia petrolifera è partecipata dallo stato direttamente dal ministero dell’Economia, che detiene il 4,3% di Eni, mentre indirettamente controlla il 25,76% tramite Cassa depositi e prestiti.