Eni e Sonatrach ampliano la partnership strategica in Algeria

14 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Eni e Sonatrach hanno firmato un nuovo contratto petrolifero nell’area onshore del bacino del Berkine, dove Eni è leader dal 1981. Nella stessa occasione Eni e Sonatrach hanno anche siglato un protocollo d’intesa per la cooperazione su iniziative nell’ambito della transizione energetica.
Il contratto è il primo che l’industria firma sotto l’egida della nuova legge petrolifera algerina, e copre un’area di 7880 km2 nella parte meridionale del bacino del Berkine.
Nella prima fase il progetto prevede lo sviluppo accelerato di riserve stimate in 135 milioni di barili di olio equivalenti, con uno start up della produzione previsto entro la fine del 2022. Tale progetto valorizzerà le sinergie con gli impianti esistenti. L’entrata in vigore del nuovo contratto è subordinata all’approvazione da parte delle autorità algerine competenti. Nell’ottica di proseguire nel percorso di decarbonizzazione intrapreso a supporto delle iniziative verso la carbon neutrality, Eni e Sonatrach hanno anche siglato un protocollo d’intesa dal valore strategico per la cooperazione nel settore della transizione energetica.