Enel frena il Ftse Mib, avvio tonico per Stm e Stellantis

18 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

Avvio poco mosso per Piazza Affari, reduce da due sedute consecutive in ribasso che hanno allontanato la Borsa di Milano dai massimi pluriennali. L’indice Ftse Mib segna -0,04% a 26.214 punti. TRa le blue chip milanesi si segnalano i movimenti al rialzo di STM (+0,7%) che ha ampliato l’accordo con Cree per fornitura di fette in carburo di silicio. L’accordo modificato, con il quale Cree si impegna a fornire a ST fette grezze ed epitassiali da 150 mm in carburo di silicio nel corso dei prossimi anni, ha ora raggiunto un valore superiore a 800 milioni di dollari.

Bene in avvio anche Stellantis (+0,66%) e Leonardo (+0,62%).

Debole invece Enel che staziona in coda al Ftse Mib con -1,1% circa in area 7,692 euro. In retromarcia anche Ferrari (-0,58%) e Saipem (-0,48%).

Ieri sera Wall Street ha archiviato la seduta in rosso (-0,79% il Dow Jones e -0,7% l’S&P 500) complici i deboli riscontri arrivati dalle vendite al dettaglio, scese dell’1,1% a luglio.

La giornata di oggi vede le attenzioni rivolte ai verbali del Fomc relativi alla riunione di luglio. Gli operatori di mercato cercheranno indizi sulla posizione della banca centrale sull’inflazione e su quando potrebbe avviare la riduzione (tapering) del suo programma di acquisto di obbligazioni.