Elezioni Francia, abuso d’ufficio: candidato favorito Fillon e moglie sotto torchio

31 Gennaio 2017, di Daniele Chicca

I coniugi Fillon sono stati sottoposti a un interrogatorio da parte degli inquirenti sul caso sul presunto lavoro fittizio di Penelope, moglie del candidato all’Eliseo del centro destra, in pole position per aggiudicarsi le elezioni presidenziali. Lo scandalo rischia di compromettere la sua campagna presidenziale e c’è anche chi, come il candidato di sinistra Jean-Luc Melanchon, prevede persino che Fillon tra un mese non sarà più il candidato dei conservatori.

Si è svolto e concluso ieri sera, in una località mantenuta segreta, l’interrogatorio dei coniugi Fillon, convocati nell’ambito dell’inchiesta sul presunto lavoro fittizio da assistente parlamentare di Penelope. Francois Fillon, vincitore delle primarie del centro destra, è secondo in media nei sondaggi, un punto dietro a Marine Le Pen (26% dei consensi) e quattro punti davanti al candidato indipendente di centro ed ex ministro dell’Econpmia Emmanuel Macron. Ma al secondo turno Fillon è il grande favorito.

In seguito alle rivelazioni del settimanale Le Canard Enchainé la procura di Parigi ha aperto un’inchiesta preliminare per abuso d’ufficio e appropriazione indebita. Oggi ci sono state una serie di perquisizioni all’Assemblea Nazionale nel quadro delle indagini preliminari su quello che i media hanno battezzato il “Pénélopegate”: gli inquirenti sono giunti nella sede del parlamento francese per farsi consegnare dei documenti relativi al caso.