Eataly non ha fretta di quotarsi: in Borsa entro un anno e mezzo

20 Aprile 2016, di Alessandra Caparello

MILANO (WSI) – Quotazione in Borsa senza fretta quella di Eataly secondo quanto affermato dal presidente Andrea Guerra in un’intervista al Corriere della Sera.

“L’obiettivo è aprire l’azienda e la quotazione è la modalità ovvia per riuscirci. Non abbiamo una fretta esasperata. Credo che nei prossimi 12 o 18 mesi l’avremo fatto”.

Con l’occasione il numero uno di Eataly ha anche fatto il punto sui conti 2015, che si è chiuso con un fatturato appena sotto i 400 mln e un budget che prevede un 25% di crescita. Inoltre, come ha sottolineato Guerra, nel 2016 è prevista l’apertura di un altro centro a New York, poi Boston, Copenaghen, Trieste e un paio negli Emirati.