Dorsey, numero di Twitter lancia l’alert: iperinflazione presto negli USA e nel mondo

25 Ottobre 2021, di Redazione Wall Street Italia

L’iperinflazione cambierà tutto ed è qualcosa che sta accadendo”. Così Jack Dorsey, co-fondatore di Twitter e ceo di Square. Nel tipico stile di Dorsey, il CEO del social media ha twittato il suo commento, dicendo che “accadrà presto negli Stati Uniti, e così nel mondo”. L’iperinflazione è un’inflazione molto alta e accelerata. Secondo The Economist I ricercatori hanno documentato 57 casi di iperinflazione a partire dal 2018, con il primo episodio registrato tra il 1795 e il 1796 nella Francia post-rivoluzionaria.

Iperinflazione: cos’è

Alcuni economisti e scrittori hanno guardato a una possibile iperinflazione negli Stati Uniti già nel marzo 2021, quando l’economia ha iniziato a rimettersi in pista dopo un anno particolarmente difficile a causa di chiusure e immense restrizioni durante la pandemia di coronavirus. Nel dettaglio, l’iperinflazione è quando l’inflazione – il prezzo crescente di beni e servizi – aumenta in modo incontrollato per un periodo di tempo. È tipicamente causata da un input iniziale come una guerra, una rivolta sociale, o uno shock dell’offerta , un evento che porta inaspettatamente ad un improvviso aumento o diminuzione della fornitura di beni o servizi. Il termine iperinflazione ci fa pensare al Venezuela l’esempio più recente e lo Zimbabwe forse uno degli esempi più famosi di iperinflazione. Il commento di Dorsey arriva in mezzo a interruzioni della catena di approvvigionamento, che mantengono i prezzi più alti. “Questa è l’economia dei meme”, ha scritto Bloomberg Businessweek all’inizio di quest’anno. “La paura dell’inflazione – se non una vera e propria iperinflazione – aiuta a spiegare l’ascesa fulminea di Bitcoin”, sosteneva l’articolo. “È dietro la sfiducia nella Fed. E alimenta l’opposizione del Congresso al piano di aiuti per la pandemia da 1,9 trilioni di dollari del presidente Biden”. In effetti, i repubblicani hanno avvertito dell’inflazione fin dall’inizio dell’estate, quando i prezzi del gas hanno iniziato a puntare verso l’alto e i prezzi al consumo sono aumentati del 5% nei 12 mesi tra giugno 2020 e giugno 2021, come ha riferito The Associated Press. Si tratta del più grande aumento di un anno dal 2008, e forse il più grande dal 1992 – escludendo voci più volatili come cibo ed energia.