Disastro ambientale in Brasile potrà costare 38 miliardi a Bhp Billiton e Vale Sa

4 Maggio 2016, di Alberto Battaglia

La magistratura brasiliana ha depositato una causa civile che potrebbe costare 155 miliardi di real (quasi 38 miliardi di euro) a Samarco Mineração e alle società controllanti, Vale SA e il colosso minerario Bhp Billiton. Questo il primo punto fermo raggiunto dopo mesi d’indagini seguite al disastro dello scorso 5 novembre, nel quale il crollo di una diga, nello stato di Minas Gerais, ha provocato la morte di 19 persone e contaminato il principale fiume della zona, il Rio Doce. Secondo gli inquirenti i danni del crollo sono stati calcolati sulla base di quelli del caso Deepwater Horizon negli Stati Uniti: la fuoriuscita di petrolio che, nel 2010, costò 53,8 miliardi alla Bp.
Vale e Bhp al momento dichiarano di non aver ancora ricevuto la comunicazione formale della causa legale. Le azioni Bhp Billiton sono in forte ribasso al momento: -7,05 a 813,6 sterline.