Dieselgate, scattano class action in altri 4 Paesi

12 Settembre 2017, di Alberto Battaglia

Cresce l’onda delle class action per chiedere un risarcimento a Volkswagen per il caso Dieselgate: oltre alla class action in corso in Italia presso il Tribunale di Venezia, quelle in Belgio, Spagna e Portogallo, si sono unite le organizzazioni di consumatori di Lituania, Slovacchia, Slovenia e Svizzera. Lo ha comunicato Altroconsumo sollecitando i cittadini che potrebbero presentare la richiesta di risarcimento a farlo: “In Italia il nostro obiettivo è portare il maggior numero possibile dei 650mila automobilisti che rientrano nella classe ammessa dal giudice a ottenere il risarcimento pari al 15% del prezzo d’acquisto dell’auto”, ha fatto sapere Marco Pierani, direttore relazioni esterne per Altroconsumo, “dall’Italia si allarga la consapevolezza nel resto d’Europa di voler vedere Volkswagen rispondere concretamente delle proprie responsabilità, proprio come già successo negli USA. Non accetteremo accordi sottobanco in nome della salvaguardia del benessere del mercato dell’industria automobilistica. I grandi player del mercato si comportino di conseguenza: hanno ingannato i consumatori, risarciscano quanto tolto”.