Dieselgate, Piëch contro l’ex AD Winterkorn: “sapeva tutto”

6 Febbraio 2017, di Mariangela Tessa

Ferdinand Piëch, erede della dinastia Porsche, principale esponente della famiglia che detiene la maggioranza delle azioni del gruppo ed ex presidente del consiglio di sorveglianza Volkswagen, punta il dito contro Martin Winterkorn, ex amministratore delegato del colosso tedesco, che ha dichiarato la propria estraneità sulle vicende relative allo scandalo emissioni.

Stando al resoconto dello Spiegel, l’ex presidente del consiglio di controllo, ascoltato dai magistrati in qualità di testimone, avrebbe detto che l’ex a.d. sarebbe stato informato delle manipolazioni che avvenivano sui motori diesel ben prima che la questione diventasse uno scandalo planetario.

“Winterkorn sapeva tutto” avrebbe detto ai giudici. Secondo il periodico tedesco, Piëch nel febbraio 2015 avrebbe avuto notizia da un informatore dell’esistenza di un documento che evidenziava un problema negli Stati Uniti relativo alla manipolazione delle emissioni. Ne avrebbe chiesto conferma all’allora numero uno del gruppo Volkswagen, il quale lo avrebbe rassicurato dicendogli che “non c’era alcun documento”.