Dieselgate, indagato per frode il ceo di Audi

11 Giugno 2018, di Alberto Battaglia

Il caso Dieselgate ha coinvolto direttamente il ceo di Audi, Rupert Stadler, che risulta indagato per frode e “dichiarazioni indirette false o omissioni” nell’ambito dell’inchiesta sulle manipolazioni delle emissioni inquinanti delle vetture del gruppo Volkswagen. Lo ha comunicato la Procura di Monaco. La residenza privata di Stadler sarebbe stata oggetto di una perquisizione nella mattina di lunedì 11 giugno.

Le Audi che avrebbero montato un programma volto a truccare le emissioni nelle condizioni prestabilite dai test (defeat device) sarebbero almeno 210mila.