Diasorin: ok da cda a nuovo piano 2022-2025, ricavi ex-Covid 2022 attesi a +24%

17 Dicembre 2021, di Redazione Wall Street Italia

Il nuovo piano industriale 2022-2025 di DiaSorin, approvato dal consiglio di amministrazione, prevede ricavi ex-Covid al 2022 in crescita di circa il 24%, quelli totali in calo di circa il 2%, con il fatturato Covid in riduzione da 370 milioni di euro circa nel 2021 a circa 150 milioni nel 2022. L’Ebitda adjusted margin nel 2022 è atteso in rialzo di circa il 35%, “per effetto dell’impatto del cambiamento nel mix di prodotti sul margine operativo lordo, della riduzione dei volumi di vendita dei test Covid, dei 12 mesi di contribuzione del business Luminex e infine della realizzazione parziale delle sinergie relative all’integrazione di Luminex.

Guardando al piano, l’Ebitda adjusted margin al 2025 è stimato a circa il 38%, in linea con l’andamento registrato prima della pandemia da Covid-19 e dell’acquisizione Luminex, per effetto “del miglioramento atteso del margine lordo rispetto al 2022, pur a fronte di maggiori royalty collegate ai programmi strategici di partnership nel settore dell’immunodiagnostica, del pieno impatto delle sinergie di costo con conseguente miglioramento della leva operativa e delle sinergie di ricavi conseguenti l’acquisizione di Luminex e del residuo contributo di vendite dei test relativi al Covid-19”.

DiaSorin si attende di ottenere circa 90 milioni di dollari di sinergie di ricavo e costo nel 2025, come conseguenza di diverse azioni di razionalizzazione, consolidamento ed ottimizzazione della propria struttura operativa e manifatturiera, nonché di azioni di cross-selling sul mercato ospedaliero americano di prodotti DiaSorin e di leva sulla struttura commerciale DiaSorin al di fuori degli Stati Uniti per promuovere i prodotti Luminex. Il gruppo prevede, altresì, che il rapporto tra l’indebitamento finanziario netto e l’Ebitda Adjusted, passi da circa 1,9 volte nel 2021 a circa 0,5 volte nel 2025. Nella nota si segnala infine come il free cash flow cumulato nel periodo 2022-2025 sia previsto pari a circa 1,1 miliardi.