Diamanti: crollo profitti per De Beers. Pesa il coronavirus

21 Febbraio 2020, di Alessandra Caparello

In affanno il mercato dei diamanti. Il Gruppo De Beers che si occupa di esplorazione, estrazione, vendita al dettaglio e commercio di diamanti in tutto il mondo, ha reso noto di aver registrato il peggior risultato degli ultimi dieci anni, avvertendo che l’industria dei diamanti si sta dirigendo verso una crisi.

In particolare De Beers ha segnalato profitti in calo del 50% e questo a causa dei problemi di domanda e  della catena di fornitura dovuti a condizioni di eccesso di offerta che hanno pesato sui prezzi negli ultimi anni, portando a un calo della redditività per De Beers. Mark Cutifani, CEO di Anglo-American Plc, che controlla De Beers, ha dichiarato che si stava avvicinando una svolta globale per il settore, poi l’epidemia del coronavirus in Cina ha ritardato il tutto.

“Non ci sono così tante persone che girano per le gioiellerie in Cina. A Hong Kong nessuna. Ci vorranno un paio di mesi prima di avere un quadro migliore”.